Il miglior servizio di streaming musicale per il 2021

Il miglior servizio di streaming musicale per il 2021

Non sai scegliere il miglior servizio di streaming musicale per il 2021 Tra Spotify, Apple Music, YouTube Music, Amazon Music e Tidal?

Certo, tutti gli audiofili e i ragazzi fantastici parlano di una rinascita del vinile e litigano sui migliori giradischi. Ma ammettilo, la musica in streaming è ancora il modo più conveniente per ascoltare le tue canzoni preferite. Mentre lo streaming significava sacrificare la qualità del suono, non è più così. In effetti, la musica in streaming può sembrare indistinguibile o addirittura superiore a un CD vecchio stile.

streaming musicale per il 2021

La domanda è: quale servizio di musica in streaming è il migliore per te? Abbiamo controllato Spotify, Amazon Music, Apple Music, YouTube Music e Tidal per vedere come ogni piattaforma si accumula per il tuo abbonamento. Sebbene la maggior parte offra cataloghi musicali di oltre 50 milioni di brani, ognuno ha i suoi pro e contro unici. Abbiamo anche tralasciato i servizi che riproducono solo musica in formato radio e non offrono l’ascolto à la carte per consentirti di selezionare le tue canzoni.

I servizi in genere fanno pagare 10 € al mese e non hanno un contratto, ma lo scambio tra di loro non è così semplice come lo streaming TV. Se non vuoi ricostruire le tue playlist e la tua libreria da zero quando cambi, hai due opzioni principali: un servizio di archivio musicale come YouTube Music o lo strumento di importazione della libreria Soundiiz. Quest’ultima opzione può leggere la libreria da ciascuno dei tuoi servizi musicali e trasferirli e, sebbene sia previsto un addebito mensile di 4,50 €, puoi sempre annullare una volta convertita la tua libreria.

Quindi quali servizi di streaming musicale offrono la migliore combinazione di prezzo, qualità del suono e dimensioni della libreria? Continua a leggere per trovare uno sguardo approfondito a ciascuno dei servizi e un confronto delle funzionalità, insieme a una ripartizione completa dei prezzi nel grafico in fondo alla pagina.

Ecco Il miglior servizio di streaming musicale per il 2021 selezionato dai nostri esperti.

Il miglior servizio di streaming musicale in generale

Spotify

Spotify è il pioniere dello streaming musicale e probabilmente il servizio più noto. Offre una serie di servizi di scoperta musicale curati, inclusa la playlist Discover Weekly, e ne implementa costantemente di nuovi, come Stations. Sta anche aumentando i suoi contenuti non musicali con una spinta verso i podcast.

È una gara serrata tra Spotify Premium e Apple Music, ma Spotify vince come miglior servizio di streaming musicale in assoluto grazie a un’interfaccia divertente e facile da usare, un ampio catalogo e la migliore compatibilità dei dispositivi. Spotify offre anche il nostro livello gratuito preferito: senza pagare un centesimo o fornire un numero di carta di credito, puoi comunque eseguire lo streaming di Spotify Connect su numerosi dispositivi Wi-Fi.

Sebbene Spotify abbia recentemente annunciato un nuovo livello HiFi, sembra essere limitato alla qualità del CD a differenza di opzioni simili di Tidal o Qobuz. Ha anche aumentato i prezzi dei piani Family negli Stati Uniti e di altri piani negli Stati Uniti e in Europa, ma il prezzo base rimane $ 10 al mese negli Stati Uniti.

Vantaggi

  • La versione gratuita è straordinariamente robusta
  • Spotify Connect semplifica la connessione a altoparlanti wireless e ricevitori AV
  • Facile creare le tue playlist e sincronizzarle per l’ascolto offline
  • Ti consente di seguire gli artisti e di essere avvisato quando pubblicano nuova musica o annunciano uno spettacolo imminente
  • Ora con i podcast!

Svantaggi

  • Gli annunci nel servizio gratuito possono essere invadenti
  • Non puoi ascoltare brani specifici nel livello gratuito, solo un mix basato sulla musica richiesta

Ideale per: persone che desiderano un solido servizio completo e soprattutto per le persone che amano creare, sfogliare e condividere playlist per qualsiasi scenario.

Il meglio per gli utenti di iPhone

Apple Music

Apple Music è un secondo vicino a Spotify ed è l’unico dei nostri primi tre con un armadietto digitale per archiviare la tua libreria di brani: YouTube Music, di seguito, è l’altra opzione di armadietto musicale.

Non sorprende che Apple Music sia una scelta eccellente se hai investito molto nei dispositivi Apple. Se possiedi un Apple HomePod o Mini, è il servizio di abbonamento predefinito per richiamare la musica con la tua voce. Apple Music è anche il compagno ideale per un iPod Touch, che, sorprendentemente, è ancora una cosa. Ci sono anche un sacco di playlist curate, molte realizzate a mano da musicisti e creatori di gusti, ma mancano le solide opzioni di condivisione integrate in Spotify.

Vantaggi

  • Combina la tua libreria di iTunes con la musica che non possiedi e una scelta di armadietti musicali
  • Gli esperti e gli algoritmi di musica umana aiutano a trovare la musica che vorrai ascoltare in base a ciò che suoni
  • Puoi controllare ciò che ascolti o cercare nuova musica utilizzando Siri su Apple HomePod o altri dispositivi Apple

Svantaggi

  • L’app e l’esperienza per Android non sono fluide come quelle per iOS
  • Non funziona con i vecchi iPod (tranne l’iPod Touch)

Ideale per: coloro che desiderano ascoltare album e brani aggiunti a iTunes o utilizzare un dispositivo Apple HomePod.

Il meglio per gli audiofili

Tidal

Al terzo posto c’è Tidal, che offre un’ampia selezione di musica oltre il suo focus apparentemente urbano. Le sue opzioni più costose sono particolarmente adatte a chi cerca la migliore qualità audio. Mentre Qobuz promette una qualità del suono probabilmente migliore (non è richiesto alcun decoder MQA), sia la sua base di abbonati che il catalogo sono sminuiti da Tidal.

Ora in parte di proprietà di Jack Dorsey’s Square, Tidal offre streaming audio senza perdita di dati con una qualità del suono praticamente identica o migliore del CD. Tidal afferma che il suo catalogo supera i 70 milioni di brani e ora include anche i Metallica di lunga data. Se sei un audiofilo, un fan della musica urbana o un mix di entrambi, allora Tidal dovrebbe interessarti.

Vantaggi

  • Streaming di musica ad alta fedeltà, inclusi i mix surround Dolby Atmos
  • Molti contenuti video, inclusi livestream di concerti
  • Profili e recensioni di dischi su ogni pagina, oltre a riflettori sugli artisti emergenti

Svantaggi

  • Le app mobili e il web player non sono così semplici come altri
  • Il catalogo non è così completo come Spotify Premium
  • La maggior parte della musica ad alta risoluzione utilizza MQA, che richiede un decoder specializzato

Ideale per: puristi inclini alla musica che si preoccupano profondamente della qualità del suono e scoprono nuovi artisti emergenti.

Altri servizi streaming musicali

Amazon Music Unlimited

Amazon Music Unlimited è la versione “adulta” (a.k.a. a pagamento) di Amazon Prime Music, che qualsiasi abbonato Prime ottiene “gratuitamente”. Offre un catalogo notevolmente ampliato per un esborso extra al mese: $ 8 per i membri Prime e $ 10 se non si dispone di Prime. Piuttosto che concentrarsi sull’avanguardia della musica come fanno altri qui, il servizio musicale Amazon offre playlist e stazioni radio consigliate raggruppate attorno ad artisti che hai già ascoltato.

Vantaggi

  • Più economico dei primi tre se sei un membro Amazon Prime
  • I testi vengono visualizzati automaticamente nella schermata “In riproduzione”
  • Offre stazioni musicali gratuite per Amazon Echo, Echo Dot ($ 17 su Amazon) e Amazon Tap (include annunci)
  • Il servizio avanzato Amazon Prime Music HD ($ 12,99 per i membri Prime) include musica ad alta risoluzione e surround da Sony 360 Reality Audio e Dolby Atmos

Svantaggi

  • I profili degli artisti non hanno biografie
  • Ufficialmente pubblicizzato come “decine di milioni” di tracce forti, non è chiaro se il catalogo sia grande quanto i suoi concorrenti
  • Il servizio non include più un armadietto musicale

Ideale per: membri di Amazon Prime che vogliono risparmiare qualche soldo su un catalogo musicale decente

YouTube Music

YouTube Music è il successore di Google Play Music e, se ti iscrivi a YouTube Premium senza pubblicità, ricevi gratuitamente YouTube Music. La buona notizia è che YouTube Music è un servizio per lo più impressionante e Google ha mantenuto il sistema di armadietti musicali del predecessore. Se disponi di un account Google Play Music precedente, potresti essere ancora in grado di trasferire la tua raccolta su YouTube Music. E non si tratta solo di contenuti legacy: YouTube Music consente agli utenti di caricare anche nuovi brani nel suo archivio musicale online.

In notizie ancora migliori, YouTube Music offre un’interfaccia più pulita rispetto a Google Play Music. Invece di playlist, YouTube Music offre stazioni radio ben curate, che sono le caratteristiche distintive. A differenza delle playlist, che sono limitate e contengono tracce specifiche, le stazioni radio vengono riprodotte all’infinito e vengono aggiornate spesso.

Vantaggi

  • Il canone mensile include l’abbonamento a YouTube Music: streaming senza pubblicità su YouTube e YouTube Music
  • Oltre 40 milioni di brani
  • Mantiene il sistema di archiviazione musicale di Google Play Music: puoi trasferire brani esistenti dal vecchio servizio e caricarne di
  • nuovi su YouTube Music

Svantaggi

  • La continua esistenza di Google Play Music è fonte di confusione per gli utenti esistenti

Ideale per: utenti pesanti di YouTube e utenti di dispositivi Android.

Cos’altro hai bisogno di sapere?

Radio in streaming vs. on demand

Questa guida copre i servizi di streaming musicale su richiesta e, per questo motivo, abbiamo volutamente escluso i servizi che riproducono solo musica in formato radio.

Fino a poco tempo fa questo elenco escludeva Pandora, ma ora che l’azienda offre anche un livello Premium lo abbiamo incluso qui. Slacker Radio, TuneIn e iHeartRadio sono altri servizi in stile radio che riproducono stazioni musicali basate su un tema o un artista, senza che tu scelga esplicitamente i brani.

Armadietti musicali: i tuoi MP3 nel cloud

Amazon è stato uno dei primi servizi a offrire il caricamento della tua raccolta di MP3 nel cloud, ma questo è stato ufficialmente interrotto nel 2018.

Nel frattempo, i servizi Apple e Google elencati ti consentono di combinare la tua raccolta musicale personale con il catalogo di streaming, sebbene tag e l’organizzazione può essere una sfida che richiede tempo (la tua miriade di tracce di Phish dal vivo non si organizzano da sole).

Tuttavia, se hai investito denaro nella musica digitale nel corso degli anni, questi due servizi offrono una patch per continuare a goderti quella musica online.

Dimensioni del catalogo musicale a confronto

Il numero di brani offerti da un servizio musicale era uno dei principali fattori di differenziazione, ma la maggior parte ora ha tra 50 milioni e 70 milioni di brani o più. Tuttavia, a seconda del tuo genere preferito, alcuni di loro hanno un catalogo più robusto che include molti artisti sotto il radar, indie o hip-hop.

Se sei incline alla musica, costantemente alla ricerca della tua nuova band preferita, un servizio di streaming come Spotify o Tidal potrebbe essere più adatto a te. Gli utenti meno ambiziosi nell’ampliare il proprio gusto musicale saranno soddisfatti con i cataloghi più piccoli offerti da Amazon Music Unlimited o Pandora. Apple Music è da qualche parte nel mezzo, offrendo un sano mix di brani mainstream e incognite underground.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.